Co.Di.C.E., ovvero Connessioni di Comunità Educanti, è un progetto di sistema, di cui siamo orgogliosamente partner, che si occupa del contrasto alla povertà educativa minorile nell’area metropolitana di Genova e su tutto il territorio compreso fra Arenzano e Rapallo.

Fra i protagonisti e i beneficiari di questo progetto ci sono molte realtà: 10 Istituti comprensivi, 1600 studenti, 600 famiglie, 150 insegnanti, 20 assistenti sociali, 10 Enti di Privato Sociale, 4 Comuni (Genova, Sori, Rapallo, Arenzano), Regione Liguria e Alisa (Azienda Ligure Sanitaria).

La povertà educativa è purtroppo un fenomeno molto diffuso ed è obiettivo di questo progetto contrastarla attraverso diverse attività, svolte da educatori, volontari, insegnanti, genitori e bambini, che si articolano in:

formazione e attivazione del facilitatore di comunità educante;  rigenerazione urbana e cura dei Beni Comuni;
laboratori a sostegno allo sviluppo delle competenze digitali;
percorsi su affettività e competenze relazionali.

Il progetto mira a ridurre le disuguaglianze educative in particolare grazie all’azione dei facilitatori. Questa figura ha il compito di creare una connessione fra le diverse agenzie educative, permettendo lo sviluppo del senso di comunità sul territorio e l’integrazione delle azioni di supporto con proposte di socialità, scambio e raccordo tra famiglia, scuola ed extra-scuola.

Il nostro ruolo all’interno di Co.Di.C.E. è quello di potenziare le competenze degli educatori nell’ambito dello storytelling, del web e della comunicazione online. Le prime sessioni di formazione che si sono svolte presso la nostra sede hanno infatti riguardato l’utilizzo del digitale per lo storytelling, le tecniche di scrittura web e social e i linguaggi della fotografia e del video, ma anche gli strumenti per insegnare il coding ai bambini. In questo modo gli educatori potranno a loro volta proporre nelle classi laboratori utili e soprattutto divertenti.

Il progetto è sostenuto dall’Impresa Sociale “Con I Bambini”, organizzazione senza scopo di lucro, che ha come obiettivo l’attuazione dei programmi del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.